Articoli della sezione

Tagged ‘infrastruttura informatica‘

Cucchi BLT: migliorare le prestazioni virtualizzando le workstation

Cucchi BLT, tra i primi produttori europei di caricatori automatici di barre, ha affidato a Eurosystem un progetto di virtualizzazione delle workstation. Ad oggi, l’azienda gestisce da un unico datacenter 12 workstation CAD, ha ridotto i costi di gestione delle macchine e migliorato i livelli di collaborazione e flessibilità nel proprio reparto tecnico.

Sono gli anni ‘70 e nell’antico borgo di Bussero, alla periferia della provincia milanese, nasce una piccola eccellenza manifatturiera italiana, specializzata nella produzione di caricatori automatici di barre e destinata a brillare come Pietro Cucchi Spa. In 40 anni di studio, vissuto e specializzazione, la realtà a carattere familiare della Martesana spicca il volo, conquistando buona parte del mercato italiano ed estero e negli anni ‘90, quelli del boom economico, lo stabilimento di Bussero arriva a produrre 40-50 caricatori al mese.
Poi la crisi, che non risparmia nessuno, e la rinascita: nel 2013, la storica Pietro Cucchi SpA viene acquisita da uno dei suoi principali clienti, Tajmac MTM S.p.A., un gruppo multinazionale produttore di torni automatici plurimandrino, torni a fantina mobile e centri di lavoro. Nasce così Cucchi BLT Srl mettendo insieme tradizione e una nuova forza finanziaria e organizzativa che regala all’azienda una seconda giovinezza all’insegna dell’autonomia e della continuità. Nel giro di due anni la società vede cambiare le proprie sorti: pur mantenendo gran parte del personale, il know how e l’esperienza accumulata da Pietro Cucchi SpA, la nuova realtà cambia sede passando da Bussero a Cinisello Balsamo e amplia la propria gamma di prodotti.

Leggi →

PUÒ UN’INFRASTRUTTURA IPER-CONVERGENTE ACCELERARE IL BUSINESS?

Annunciato il 17 febbraio 2015, VSPEX BLUE nasce da un obiettivo: semplificare la gestione del computing, del networking, dell’archiviazione per le aziende. Un unico “pacchetto”, insomma, per unificare e centralizzare risorse che fino ad ora potevano essere amministrate separatamente e con più tecnologie. Massimo Marchetti e Alberto Moraschi di EMC, proprietaria della piattaforma, ci spiegano come un’infrastruttura di questo tipo, iper-convergente, può evolvere in meglio il business aziendale.

VSPEX BLUE: di che cosa stiamo parlando esattamente?
VSPEX BLUE è un sistema infrastrutturale iper-convergente e scalabile che è possibile acquistare come singolo prodotto integrato e amministrare mediante un’unica interfaccia per le attività di configurazione, gestione e manutenzione di tutti gli elementi hardware e software che lo compongono.

Leggi →

LAVORARE CON IT E ICT

In un periodo storico italiano particolare in cui il dato della disoccupazione giovanile rimane ancora molto alto, al 41,2% secondo i dati Istat 2015, Eurosystem S.p.A. cresce, innova e assume. Entrano, infatti, nella compagine dell’azienda nuove figure giovani e formate che contribuiranno a raggiungere obiettivi commerciali di crescita, che i titolari si sono posti con il piano strategico realizzato assieme alla Pricewaterhouse Coopers, a partire dalla recente fusione e acquisizione nel Centro Italia.

Matteo, come è stato il tuo percorso professionale prima dell’arrivo in Eurosystem?
A parte qualche breve esperienza ho sempre lavorato nel mondo ICT. Nel mio primo lavoro mi sono occupato di consulenza per soluzioni di sales force automation: configuravo il prodotto, gestivo la formazione del personale e l’eventuale supporto. Successivamente ho iniziato un percorso di avvicinamento al mondo della vendita, prima come pre-sales e poi come account.

Leggi →

YAMAHA MOTOR: VERSO L’ECCELLENZA TECNOLOGICA

Nata a metà del XXI secolo dalla storica azienda giapponese di organie pianoforti, Yamaha Motor ha saputo contraddistinguersi nel tempo per l’avanguardia delle tecnologie utilizzate e per la forte attenzioneal cliente: uno spirito di sfida e ambizione la caratterizza ancora oggi facendone un esempio sul mercato manifatturiero dei motocicili. Per la stessa attenzione al cliente, l’azienda ha scelto Eurosystem come partner nella revisione della propria infrastruttura IT e in un progetto di Disaster Recovery che vi raccontiamo su queste pagine.

“Era il 1980 e, nell’hinterland milanese, nasceva un sogno” – inizia così il racconto della storia di Yamaha Motor Italia nella pagina web di presentazione dell’azienda – “La sfida era impegnativa ma affascinante: promuovere le moto Yamaha in Italia. Un marchio famoso in tutto il mondo, già sinonimo di primato nelle competizioni, con fuoriclasse come “King” Kenny Roberts, Eddy Lawson, Giacomo Agostini, Jarno Saarinen, Wayne Rainey, Valentino Rossi. E il sogno si è realizzato”.

Leggi →

HITACHI DATA SYSTEMS ITALIA: ALTA TECNOLOGIA E ATTENZIONE AL MERCATO

Hitachi Data Systems, fondata in Italia nel 1989 e con sede centrale a Santa Clara nel cuore della Silicon Valley, opera nel comparto dell’Information Technology, che rappresenta oltre il 18% dell’intero gruppo Hitachi Ltd. (leader mondiale nel settore elettronico), all’interno del quale costituisce il segmento con più alto valore strategico, con oltre 6mila persone in tutto il mondo e una presenza diretta e indiretta in più di 100 Paesi. Il comparto IT di Hitachi Ltd. vede la presenza di società attive in ambiti quali la Continuous Infrastructure, il Content Mangement e l’Information Intelligence. HDS Italia è presente a Milano e Roma con oltre 100 dipendenti, collaboratori e consulenti; a parlarci della realtà italiana il Country General Manager Walter Simonelli.

Chi è Walter Simonelli? Ci parli un po’ di lei…
In HDS dal 2004 – compio 10 anni a novembre – ho ricoperto diversi ruoli all’interno dell’azienda: prima la carica di Global Services director e poi sales manager per l’Italia. Ora sono Country General Manager. Prima di approdare in Hitachi ho lavorato per importanti realtà del mercato IT presso multinazionali nel settore tra cui Compaq, HP e Capgemini, ricoprendo ruoli di rilievo in ambito IT management, consulting e direzione commerciale. Il mio background è di tipo tecnico e sistemistico, essendo laureato in informatica, con alle spalle esperienze in aziende internazionali. Hitachi Data Systems è sicuramente la più importante per la leadership sul mercato di riferimento e per i risultati ottenuti. L’azienda, infatti, negli ultimi 5 anni è sempre cresciuta: per 4 anni di seguito c’è stata una crescita doppio digit, e quest’anno siamo in linea con le attese e abbiamo una previsione molto buona per la seconda parte dell’anno.

Leggi →

L’AVANGUARDIA IT: ALTA AFFIDABILITÀ E CONTINUITÀ OPERATIVA

Il Gruppo Taghleef Industries, con headquarter a Dubai, è uno dei principali produttori al mondo di film BoPP, CPP e BoPLA, con una capacità produttiva di oltre 385,000 tonnellate tra film standard e speciali. La mission aziendale: prodotti e servizi eccellenti con soluzioni competitive, innovative e sostenibili.

Nel corso degli anni il Gruppo ha consolidato la sua presenza investendo in nuove acquisizioni ed espandendosi in tutto il mondo. Attualmente, presente in 5 continenti con 3 stabilimenti produttivi in Medio Oriente, 2 in Europa, 1 in Australia, 1 negli USA e 1 in Canada, oltre che un centro di distribuzione in Germania e un ufficio commerciale in Cina. I siti produttivi sono tutti certificati ISO e i film prodotti rispondono ai più alti standard di igiene e sicurezza secondo gli standard HACCP, AiB e BRC. La Taghleef produce una vasta gamma di film biorientati di polipropilene per i settori alimentare, delle etichette, dei nastri adesivi ed altre applicazioni. Inoltre, offre una nuova gamma di prodotti bio-based, compostabili e biodegradabili BoPLA (Bi-OrientedPolyLacticAcid) e commercializzati con il brand NATIVIA™.

Leggi →

Protezione del marchio in Internet

La diffusione di Internet ha ampliato lo scenario delle opportunità commerciali disponibili per le imprese rendendo ogni giorno più aspra la competizione finalizzata ad attrarre il maggior numero di visitatori sul proprio sito web. In questo contesto non sono mancati episodi in cui i mezzi utilizzati per raggiungere tale scopo hanno sconfinati nell’illecito, come casi di utilizzo illegittimo del marchio nell’acquisto di online advertising.

Per ogni parola chiave inserita in un motore di ricerca la pagina che appare darà due tipi di risultati:
a. quello spontaneo o naturale collegato a quei siti ritenuti pertinenti alla parola chiave in base a criteri oggettivi;
b. quello afferente agli annunci pubblicitari dei siti web degli inserzionisti.

I fornitori di motore di ricerca (es. Google) offrono un servizio a pagamento di posizionamento (AdWords) tramite il quale l’inserzionista, utente di Internet, seleziona ed acquista quelle parole chiave – comunemente definite keywords nel web marketing – che una volta inserite nella barra di ricerca consentiranno giustappunto la visibilità del proprio sito web tra i risultati di ricerca quale link pubblicitario. Quest’ultimo apparirà nella rubrica “link sponsorizzato” sia sul lato destro dello schermo, ossia a destra dei risultati naturali, sia nella parte superiore, ossia sopra i risultati naturali. È necessario chiedersi se la parola chiave scelta sia oggetto di protezione ai sensi della legge sul diritto dei marchi e quali siano le eventuali conseguenze.

Leggi →

Soluzioni ERP tramite cloud computing

Quando l’ERP si sposta sulla nuvola è fondamentale valutare con attenzione la modalità di gestione dei dati per garantirne la massima protezione e sicurezza. Nel contratto di cloud computing la corretta individuazione dei ruoli di tutti i soggetti coinvolti è funzionale a identificare l’attribuzione dei rischi, delle responsabilità, e della legge applicabile in caso di contenzioso.

Soluzioni ERP tramite cloud computing
L’evoluzione dell’ERP (Enterprise Resource Planning) e del relativo deployment (consegna al cliente con relativa installazione e messa in funzione) ha visto il passaggio da soluzioni e modelli di implementazione in sede (on-premise) a soluzioni e tecnologia c.d. “cloud”, grazie all’aumento delle proposte della nuova piattaforma ed ai vantaggi evidenziati dalla stessa. L’organizzazione e gestione aziendale a mezzo del software ERP, dunque, può essere realizzata:
a. in senso tradizionale, in loco, attraverso licenze collegate ai server ed alle attrezzature informatiche aziendali;
b. attraverso l’hosting dell’applicazione presso piattaforme della nuvola informatica da parte di un terzo chiamato cloud provider (private cloud);
c. attraverso l’offerta di un pacchetto di servizi (assistenza continua, gestione delle applicazioni, allestimento di ambienti pre e post-produzione, manutenzione dei sistemi, ecc.) in parte condivisa (public cloud).

Leggi →

INFRASTRUTTURE INFORMATICHE

Franco Pellizzari, IT Infrastructure Account Manager Sistemarca Srl.
Qualsiasi soluzione gestionale, e i servizi a essa connessi, per poter funzionare necessita di un’infrastruttura informatica di base efficiente e funzionale. Si tratta di piattaforme tecnologiche che comprendono componenti software (sistemi operativi) e hardware (data center, server, storage, sistemi di rete, sistemi di backup) base per fare “girare” correttamente tutte le applicazioni e i servizi di gestione. Diverse sono le tematiche che possono spingere ad intervenire su questi assetti attraverso veri e propri progetti di potenziamento o servizi di supporto. Analizziamole insieme.

Quali le principali problematiche che spingono le aziende ad intervenire sull’infrastruttura informatica?
Le tematiche che spingono un’azienda a metter mano al proprio assetto informatico sono talmente diverse e numerose, che è pressoché impossibile stabilire una classifica delle priorità. Possiamo tuttavia tentare di sintetizzarle in quattro macroaree.

Efficienza dell’infrastruttura. Utilizzare e gestire meno dispositivi per fare le stesse cose, o utilizzare gli stessi dispositivi per fare più cose, significa aumentare l’efficienza dell’infrastruttura: si diminuisce così il TCO (costo di acquisto e di implementazione, costi energetici, costi di manutenzione, minore impegno di risorse umane, ecc.) ottenendo di fatto un minore costo unitario per virtual machine, o per utente, o per reparto, a seconda di come il controllo di gestione classifica i costi. Le tecnologie attuali, se ben applicate, consentono di ottenere enormi miglioramenti rispetto al passato e, nell’ottica di perseguire la migliore efficienza per tutti i reparti aziendali, anche l’area IT potrà contribuire in questo senso.

Leggi →

L’ORCHESTRAZIONE DEI SISTEMI NELLE AZIENDE DEL MOBILE

Grazie a Freeway® Skyline software dipartimentali diversi, utilizzati nelle aziende del mobile per rispondere ad esigenze specifiche del settore, possono convivere come fossero parte di un unico sistema. Tramite l’architettura orientata ai servizi (SOA) si realizza un unico binario di comunicazione che permette ad applicazioni di natura differente di parlarsi e cooperare all’interno di un sistema totalmente integrato.

Le aziende del mobile impiegano diversi software specializzati, ad esempio per la grafica o sistemi per la logistica, al fine di affrontare in modo dedicato ogni stadio di avanzamento degli ordini cliente e della relativa produzione. Per queste realtà vi è l’esigenza di inquadrare tali software in un più efficace scenario di collaborazione che concretizzi i processi che devono avere luogo in azienda. La piattafortma gestionale Freeway® Skyline, grazie alle sue caratteristiche di versatilità, riesce a rispondere alle necessità del settore impiegando realmente funzionalità e applicazioni dell’ERP in modo integrato con quelle dei vari software dipartimentali.

Leggi →