Articoli della sezione

Tagged ‘green‘

Il melograno: un albero da frutta nel giardino aziendale

Ogni volta che inseriamo in giardino una nuova pianta, oppure compriamo un’orchidea da mettere nel nostro ufficio per rallegrare l’ambiente, facciamo un esperimento. La natura ci riserva sempre immense sorprese, non sappiamo mai con certezza come la nuova ospite si ambienterà. In questo numero parliamo di come potrebbe trovarsi nel giardino aziendale un albero da frutta, il melograno.

In Logyn trattiamo di giardini aziendali, per questo consiglio sempre piante autoctone che hanno meno problemi di sopravvivenza, gestione, e conseguentemente meno costi. Per il giardino di casa è un altro discorso: da sempre sistemo le piante difficili, o comunque con esigenze diverse da quelle ambientali del nostro Nord-Est, in vaso. Riesco così a far vivere bene e per molti anni i limoni, le gardenie, i cactus e altro. L’ultima arrivata è la Caesalpinia pulcherrima, una specie di acacia con dei bellissimi fiori arancione. Ho portato a casa qualche semino dall’ultimo viaggio in un paese tropicale, i semi sono germogliati e presentano delle belle foglioline. Lo terrò in vaso finché riesco a gestirlo poi vedremo, dipende da quanto crescerà!

Leggi →

La ninfea. Il fiore galleggiante che decora i nostri laghetti

Per gli antichi greci rappresentava l’amore platonico, in Oriente simboleggia l’alba e l’arrivo del sole, in Occidente è sinonimo di purezza e ammirazione. Stiamo parlando della ninfea, un fiore profumato molto amato e conosciuto, un raggio di sole all’interno del nostro giardino aziendale.

Voglio dedicare questo articolo alle aziende che hanno la fortuna di avere un laghetto artificiale annesso alla fabbrica, gradevole per rilassarsi nelle pause di lavoro, e che aiuta l’ambiente (soprattutto gli uccelli ma tutti gli animali in genere), già messo a dura prova dalle costruzioni industriali, a rigenerarsi.
Così posso scrivere su una delle piante preferite per decorare gli specchi d’acqua: la Ninfea.

Leggi →

Parete verde

Si tratta di veri e propri giardini verticali, realizzati con le piante da interni che più piacciono e che contribuiscono a rendere migliore l’aria che si respira. In questo numero di Logyn parliamo della “parete verde”, un modo creativo e salutare allo stesso tempo di arredare l’ambiente in cui trascorriamo buona parte del nostro tempo, l’ufficio!

Questa volta voglio esporre un’idea che covo da moltissimo tempo, ma che finora non era realizzabile per mancanza dello spazio adeguato. Solo che di recente, in azienda, ci siamo ampliati acquisendo una nuova porzione di fabbricato, adiacente a quello attuale, da destinarsi tra l’altro a sala riunioni. Così si rende realizzabile un sogno: arredare tutta una parete con le piante.

Leggi →

Le Rose di montagna

Regina tra tutte le altre piante per bellezza, storia e popolarità: la rosa può essere considerata la pianta più internazionale e conosciuta al mondo! Oggi parliamo della rosa rugosa, detta anche “di montagna”: resistente alle basse temperature invernali e particolarmente indicata per formare siepi, è perfetta per decorare il giardino aziendale.

Dicembre è un mese di calma per quanto riguarda le piante e questo mi lascia il tempo di osservare per bene il giardino. Così ho pensato di proporre per lo spazio verde antistante l’ufficio una siepe di quella che ritengo sia la pianta più conosciuta al mondo, la regina: la rosa. Non voglio le rose che siamo abituati a vedere dal fiorista, fiori perfetti ma che non sono adatti allo scopo in quanto il cespuglio di rose da fiore non è fatto per essere bello in giardino ma deve produrre fiori da vaso. In campagna le rose da fiore si piantano negli orti oppure in testata ai filari di vite, come campanello d’allarme per le malattie a cui può essere soggetto il vigneto stesso.

Leggi →

L’azienda è verde!

In questo numero parliamo di impresa socialmente responsabile, che opera per far crescere la Comunità e il territorio nei quali è inserita. Perché allora non accennare alla sistemazione dei giardini aziendali. Spesso ricchi di piante autoctone, con qualche pianta da fiore, come la Peonia erbacea, offrono uno spazio verde più gradevole e profumato.

Abbiamo già avuto modo di conoscere la PEONIA, la sua storia e di quanto sia profumata e bella così da essere apprezzata anche come fiore reciso. Adesso è il momento giusto per impiantarla. La peonia è una pianta robusta, con poche esigenze, sopporta bene il freddo visto che d’inverno si rifugia sotto terra, e tutto sommato è di facile gestione anche per giardini industriali.

Leggi →

Energia verde: I vantaggi del fotovoltaico per privati e imprese

Il fotovoltaico continua ad essere appetibile, nonostante la riduzione degli incentivi statali, per le notevoli possibilità economiche derivanti dalle detrazioni fiscali e la salvaguardia ambientale che garantisce anche in prospettiva futura. Di seguito qualche interessante informazione che potrà esser utile per un approccio all’investimento, sia da parte dei privati che da parte delle imprese.

Tipologie d’impianti
Gli impianti fotovoltaici si dividono in tre tipologie:
1. impianti fotovoltaici, a loro volta distinti fra a) impianti fotovoltaici “su edifici” e b) “altri impianti fotovoltaici”, ovvero tutti gli impianti fotovoltaici che non ricadono nella precedente tipologia, inclusi gli impianti a terra;
2. impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative, ovvero impianti di potenza non inferiore a 1 kW e non superiore a 5 MW che utilizzino moduli non convenzionali e componenti speciali, sviluppati specificatamente per integrarsi e sostituire elementi architettonici di edifici;
3. impianti fotovoltaici a concentrazione, ovvero impianti di potenza non inferiore a 1 kW e non superiore a 5 MW con fattore di concentrazione, inteso come valore minimo fra il fattore di concentrazione geometrico e quello energetico, non inferiore a tre “soli”.

Leggi →

L’AVANGUARDIA IT: ALTA AFFIDABILITÀ E CONTINUITÀ OPERATIVA

Il Gruppo Taghleef Industries, con headquarter a Dubai, è uno dei principali produttori al mondo di film BoPP, CPP e BoPLA, con una capacità produttiva di oltre 385,000 tonnellate tra film standard e speciali. La mission aziendale: prodotti e servizi eccellenti con soluzioni competitive, innovative e sostenibili.

Nel corso degli anni il Gruppo ha consolidato la sua presenza investendo in nuove acquisizioni ed espandendosi in tutto il mondo. Attualmente, presente in 5 continenti con 3 stabilimenti produttivi in Medio Oriente, 2 in Europa, 1 in Australia, 1 negli USA e 1 in Canada, oltre che un centro di distribuzione in Germania e un ufficio commerciale in Cina. I siti produttivi sono tutti certificati ISO e i film prodotti rispondono ai più alti standard di igiene e sicurezza secondo gli standard HACCP, AiB e BRC. La Taghleef produce una vasta gamma di film biorientati di polipropilene per i settori alimentare, delle etichette, dei nastri adesivi ed altre applicazioni. Inoltre, offre una nuova gamma di prodotti bio-based, compostabili e biodegradabili BoPLA (Bi-OrientedPolyLacticAcid) e commercializzati con il brand NATIVIA™.

Leggi →

FIERA QUATTRO PASSI PER UN MONDO MIGLIORE

Il tema ideato per l’edizione del 2014 è l’innovazione: la scoperta cioè di nuove e innovative forme di economia solidale e sostenibile, di green economy, di economia civile, di volontariato, e di cooperazione internazionale. A maggio è tornata la Fiera internazionale “4 Passi”, alla sua nona edizione, dedicata al green e al sostenibile. Il presidente Roberto Matterazzo ha presentato il progetto italiano, sempre più internazionale.

Quando nasce l’evento e con quali obiettivi?
La Fiera Quattro Passi è nata nove anni fa, nel 2005, e inizialmente si svolgeva a Maserada sul Piave (Treviso): l’idea che ci spinse a realizzare la prima edizione fu quella di affiancare all’attività della Cooperativa Pace e Sviluppo, prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia, un evento che fosse in grado di valorizzare e amplificare i temi di cui essa è portatrice e sostenitrice, a cominciare dal commercio equo e dal concetto di economia giusta.

Leggi →

SCEGLIERE LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE COME STILE DI VITA

“Oggi purtroppo ‘essere green’ è una moda che molto spesso porta le aziende a tingersi di verde. Itlas, al contrario, ha scelto da anni di percorrere una strada seria, che è anche difficile per l’impegno economico e le risorse umane da mettere a disposizione per seguire progetti di certificazione e sostenibilità”, questo sostiene Patrizio Dei Tos, titolare dell’azienda veneta Itlas, che ha fatto una scelta di vita aziendale precisa, declinando con eccellenza i temi del made in Italy e della “cultura green”.

Quando è nata l’azienda? Mission e obiettivi?
Itlas è nata nel 1989 a Cordignano, in provincia di Treviso, come azienda che produce pavimenti prefiniti in legno a due e tre strati, ma avevo già iniziato a lavorare nel settore con mio padre, che mi ha trasmesso non solo la passione per questo mestiere ma anche l’amore per una materia prima viva e capace di creare emozioni. Nei primi anni Novanta il pavimento prefinito in legno costituiva un prodotto davvero innovativo per il mercato. Oggi ho quaranta dipendenti, una famiglia che lavora con me in azienda e un mercato che, nonostante il settore sia complessivamente in affanno, tiene. Fin dal primo giorno ho cercato di concentrare l’attenzione sulla creazione di prodotti di altissimo livello, ben identificabili e giustificabili nell’acquisto. Prodotti unici. Perché il mio chiodo fisso è da sempre cercare di anticipare i tempi, da una parte inventando progetti nuovi e innovativi, dall’altra scegliendo senza riserve di realizzare il tutto in Italia. Con tutti i costi che ne conseguono.

Leggi →

NELLA PROVINCIA PIÙ RICICLONA D’ITALIA OPERA CONTARINA S.P.A.

Il presidente Franco Zanata ci spiega come un’azienda pubblica può portare avanti sul territorio la cultura green, con efficienza e programmazione. “Perché quella ambientale è la questione chiave per definire il futuro dei nostri modelli economici e anche sociali”.

Filosofia e mission di Contarina…
Contarina è una azienda pubblica che opera prevalentemente nel campo della raccolta e gestione del rifiuti urbani ma che più in generale si occupa e si interessa della promozione, nel territorio, di stili di vita e di modalità di sviluppo e di produzione che siano ecosostenibili. È un allargamento della prospettiva che viene naturale, dato che oggi la questione ambientale – e in questo senso la gestione dei rifiuti – è molto importante. È la questione chiave per definire il futuro dei nostri modelli economici e anche sociali. Ad esempio l’idea di utilizzare lo scarto, attraverso il riciclo e quindi il riuso, per realizzare nuovo materiale, ovvero consumare minori risorse e minori energie, è un punto fondamentale per la sostenibilità ambientale in un contesto in cui, facendo diversamente, si rischia di peggiorare l’attuale situazione di fortissimo e crescente inquinamento. Questi nostri sforzi e questo nostro lavoro sono un impegno quotidiano che materialmente concretizziamo non solo con le attività tipiche di Contarina, ma anche con numerose collaborazioni con le università italiane ed europee nel campo della ricerca e dello studio, oltre che investendo molto nell’educazione ambientale e nella comunicazione.

Leggi →