Articoli della sezione

Tagged ‘digitale‘

La comunicazione multitasking

Una complessità tutta da gestire

La complessità della comunicazione, nell’era della trasformazione digitale, impone la conoscenza per evitare di essere travolti. Una nuova architettura comunicativa cambia il nostro modo di approcciarci alle persone e di conseguenza le aziende si adeguano per entrare in empatia con il proprio pubblico. Tecniche e strategie, nuove e vecchie, adattate alla rete per “ingaggiare” il cliente. Si sfornano libri su libri legati ai social media, al web e al come utilizzarli nel business, ma ciò che è stato pubblicato oggi domani è già vecchio. Tutto è in divenire, non ci resta che vivere giorno per giorno la strategia che più si adatta alla nostra azienda, nella consapevolezza che domani può già essere diverso.

Leggi →

LA SCUOLA – Aule destrutturate per una didattica collaborativa

La parola alle scuole: l’Istituto superiore Belluzzi Fioravanti di Bologna e l’ISIS “Giulio Natta” di Bergamo

Tablet, lavagne digitali, isole di lavoro, tutti elementi che vanno verso un cambio di paradigma del vecchio modo di fare scuola. Più attenzione agli ambienti di apprendimento: dalle aule aumentate, agli spazi alternativi, ai laboratori mobili. Una scuola digitale capace di motivare maggiormente lo studente a migliorare i propri esiti.

Leggi →

BANCA MEDIOLANUM – La tecnologia come abilitatore delle relazioni

Oscar di Montigny racconta la trasformazione digitale di Banca Mediolanum

Studiare l’esperienza ideale del cliente è una delle prerogative di Banca Mediolanum che, così facendo, riesce ad offrire i propri servizi in modalità esperienziali simili a quelle di altri ambienti a cui il cliente è più abituato. Sono i grandi player come Facebook, Amazon, Google che fanno da padrone nel consolidamento di certi comportamenti sul web.

Leggi →

La trasformazione digitale

L’Italia, un pachiderma

Tutti concordi che bisogna attrezzarsi digitalmente per crescere e che il Governo va lento, ma intanto molte sono le aziende che si adeguano e nascono in questa nuova era. Il cliente si è evoluto, è più complesso e va studiato nelle numerose piattaforme presenti sul web: dai social network ai blog, questi i luoghi in cui avvengono le conversazioni. È qui che emergono i nuovi bisogni del prospect, che il marketing non può ignorare.

Leggi →

AMAZON – Servizio e ampia scelta di prodotti: il potere dell’acquisto online

Il negozio nativo digitale raccontato da Giacomo Trovato.

Il servizio, la gamma di prodotti e l’innovazione continua fa di Amazon una delle più grandi piattaforme di e-commerce internazionale. È partita dall’acquisto di un libro nel 1995 ed è arrivata, ad oggi, all’acquisto di un’auto avvenuto lo scorso Dicembre. In Italia Amazon ha ampliato il proprio magazzino per ospitare ulteriori 1.5 milioni di prodotti. Segno evidente di un mercato italiano in crescita.

Leggi →

Federico Ferrazza
Facebook: l’edicola dove comprare il giornale

di Dora Carapellese
L’evoluzione digitale dei mezzi di informazione secondo Wired.

“E tu sei un utente casuale o brandizzato?”. Federico Ferrazza ha un’idea ben precisa e la racconta attraverso questo viaggio fatto con Logyn in cui il digitale fa da padrone nell’evoluzione dell’informazione. “Facebook è l’edicola delle news, la ‘civetta’ per intenderci, che fa decidere se entrare a comprare il giornale o meno”.

Leggi →

EDITORIALE – NUMERO 12

di Gian Nello Piccoli

La trasformazione digitale è il tema che accompagna questo numero.

La diffusione delle tecnologie mobili, l’accesso massivo alla rete, la disponibilità di un enorme quantitativo di informazioni fanno vivere alle aziende nuove esperienze di management e di relazione che inevitabilmente si riflettono sulle loro prestazioni gestionali ed economiche. Come è cambiata la cultura aziendale?
Per scoprirlo, siamo entrati nelle aziende e ci siamo chiesti come stanno affrontando il cambiamento e cosa si sta facendo per non rimanere indietro.

Leggi →

EMC WORLD 2015: LA RIVOLUZIONE DELL’IT

Con la crescita della digitalizzazione globale aziende di ogni dimensione dovranno adattarsi ad uno scenario del tutto nuovo: sviluppo open source, cloud e terza piattaforma sono i tre ingredienti della ricetta EMC per affrontare quella che viene definita una vera e propria rivoluzione dell’IT. A raccontarci l’EMC World 2015 Ferdinando Caputo, Sales and Channel Enablement Manager – Europe East and Russia/CIS di EMC.

EMC WORLD 2015 LAS VEGAS, un appuntamento imperdibile per il mondo dell’IT, quali sono stati i numeri di questa edizione?
I numeri sono stati assolutamente interessanti: circa 14mila partecipanti end user, ben 400 sessioni di approfondimento – oltre alle plenarie – con pù di 33 sponsor e 50 exhibitor. Abbiamo avuto 50 sessioni di alto livello dedicate al tema dell’IT leadership e 300 sessioni tecnologiche. Dulcis in fundo, per la prima volta l’evento ha accolto un vero e proprio focus sullo sviluppo open source, facendo fare ai suoi ospiti un salto nel prossimo futuro e nell’era della terza piattaforma. All’interno dell’evento prìncipe, poi, il Global Partner Summit, un’occasione di incontro per partner EMC provenienti da tutto il mondo.

Leggi →

IL VOLTO DELL’IMPRESA ITALIANA TRA DIGITALIZZAZIONE E INTERNAZIONALIZZAZIONE

“L’Italia è digitale a macchia di leopardo, con alcune luci e molte ombre e con casi di eccellenza sia nel pubblico che nel privato, accanto a un generale ritardo digitale che segna sia la Pubblica Amministrazione che le Pmi che le famiglie”. Per quanto riguarda l’internazionalizzazione le imprese della filiera ICT hanno sviluppato grosse capacità per operare e competere anche al di fuori dei nostri mercati nazionali. A parlarci della realtà italiana il presidente di Confindustria Digitale, Elio Catania.

Cos’è Confindustria Digitale?
Confindustria Digitale è la Federazione di rappresentanza industriale dell’ICT nata nel giugno 2011 con l’obiettivo di promuovere la crescita dell’economia digitale in Italia. Sono soci: Assotelecomunicazioni-Asstel, l’associazione della filiera delle imprese di Telecomunicazioni, Assinform in rappresentanza dell’Information Technology, Anitec che riunisce i produttori di tecnologie e servizi di ICT e Consumer Electronics, Aiip (Associazione degli Internet Provider), Assocontact (Associazione dei Contact e call center), Asso.IT (Associazione nazionale fornitori Information Technology – Document Management & Printing). Il massimo organo politico della Federazione è il Consiglio generale, formato, oltre che dai presidenti delle associazioni federate, da 20 consiglieri in rappresentanza dei principali gruppi nazionali e internazionali dell’ICT in Italia. A Confindustria Digitale fanno capo imprese per un totale di oltre 250.000 addetti che realizzano un fatturato annuo di oltre 70 miliardi di euro.

Leggi →

Apprendere è ricercare! Fine della didattica nozionistica…

di Stefano Moriggi

Nell’articolo pubblicato sullo scorso numero di Logyn (settembre, 2013), ho cercato di prospettare una logica di investimento funzionale a evitare sprechi di denaro pubblico (e/o privato) e inoltre in grado di consentire una transizione al digitale graduale e ragionata agli istituti scolastici intenzionati ad avviare una sperimentazione di classi 2.0. Poste, dunque, seppur per sommi capi, le condizioni materiali per riprogettare la scuola che verrà, tenterò questa volta di focalizzare l’attenzione sull’evoluzione metodologica necessaria affinché le nuove tecnologie possano integrarsi in un progetto didattico che non si riduca – come frequentemente accade – al tentativo disperato quanto vano di trovare una rassicurante quadratura del cerchio tra innovazione (informatica) e tradizione (pedagogica).

Leggi →