Articoli della sezione

Tagged ‘apprendimento automatico‘

GOOGLE: intelligenza e memoria artificiale

di VALENTINA CAMBARERI (Digital Strategist Bizen Srl)

C’era una volta e c’è ancora…

“Viaggio in un mondo in cui i robot hanno sogni e desideri.”
Non è trascorso troppo tempo da quando concetti come l’intelligenza artificiale appartenevano solo al mondo della fantascienza. Il noto film di Steven Spielberg apriva la strada della nostra fantasia a immaginare mondi paralleli, forse non troppo lontani ma nemmeno così vicini (Intelligenza Artificiale, 2001).

Negli stessi anni Larry Page e Sergey Brin davano vita ad un ambizioso progetto, un contenitore accessibile a tutti che potesse catalogare la totalità delle informazioni disponibili in internet. Il contenitore doveva essere la soluzione ad un problema quotidiano: mettere ordine tra i siti e proporre agli utenti risultati in linea con ciò che cercavano. La vera innovazione, che ha determinato la crescita esponenziale di Google rispetto ai competitor è straordinariamente bella nella sua semplicità: la centralità dell’utente. Come Google ha reso possibile tutto ciò?

Leggi →

Nuove professioni e lavoratori autonomi

Quando parliamo di medicina del lavoro il primo pensiero va alle grandi fabbriche dove gli operai durante il loro turno di lavoro, generico o specializzato, manuale o di concetto, svolgono sempre le stesse operazioni, in catena di montaggio o meno, con un orario fisso, giornaliero o a turni, ma sempre lo stesso tutti i giorni.

Non è questo tuttavia lo scenario del quale si devono occupare gli operatori della prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro da diversi anni a questa parte, soprattutto in Italia. Il tessuto imprenditoriale è costituito, infatti solo in parte da grandi aziende, e per la maggioranza da realtà produttive medio piccole, di natura artigianale, nelle quali le mansioni svolte dai lavoratori richiedono la conoscenza di più procedure lavorative, quando non anche una certa capacità di autonomia decisionale o “creatività”. Queste aziende spesso, per necessità legate al processo produttivo, hanno bisogno di manodopera flessibile anche per brevi periodi e quindi ricorrono a prestatori d’opera, che vengono ingaggiati non come soggetti subordinati dipendenti ma come lavoratori autonomi a partita IVA o a prestazione occasionale.

Leggi →

Lungo la strada dell’intelligenza

Sviluppata da una branca dell’intelligenza artificiale, la disciplina nota con il termine “apprendimento automatico” in Eurosystem è al centro di ricerche finalizzate a migliorare l’esperienza utente nell’utilizzo di un software gestionale, rendendo il sistema in grado suggerire automaticamente le risposte cercate dall’utente, massimizzandone la soddisfazione e minimizzandone i tempi nello svolgimento del lavoro.

Migliorare l’esperienza utente nei software gestionali
Come nella miglior tradizione dei meeting aziendali creativi e propulsivi, ci siamo lasciati nello scorso numero con un interrogativo aperto sulla possibilità o meno di sfruttare le tecniche di apprendimento automatico per migliorare l’esperienza utente nell’utilizzo di software gestionali come Freeway® Skyline, dove con apprendimento automatico si intende una famiglia di tecniche che automaticamente ricavano informazioni interessanti (in gergo “pattern”) da dati in un qualsiasi formato elettronico contenuti in un pc o un server. Ebbene, perché l’interrogativo non rimanga lettera morta, ma si traduca in esperienza viva, Eurosystem in questi due anni ha sviluppato e testato diversi prototipi per validare la bontà di alcune tecniche di apprendimento automatico nell’ambito di diversi campi di gestione.

Leggi →