Articoli della sezione

Tagged ‘accessibilità‘

Quando il software gestionale ha la testa piena e… la memoria corta – PRIMA PARTE

Abbiamo già parlato di intelligenza artificiale e di una delle sue branche più interessanti, quella dell’apprendimento automatico. Ritorniamo ora sull’argomento con l’intento di far comprendere maggiormente al lettore come l’Intelligenza Artificiale possa essere impiegata efficacemente per risolvere in modo innovativo alcuni problemi gestionali comuni, ma non banali, che vengono affrontati da anni con un approccio classico.

Un buon software gestionale costituisce ormai patrimonio fondamentale di ogni azienda che voglia rimanere sul mercato. Si dice spesso che il vero patrimonio dell’azienda, dopo il proprio capitale umano, siano i contenuti del suo sistema informativo. Spesso le informazioni archiviate sono frutto di anni e anni di attività dell’azienda, e rappresentano documenti di rilevanza anche fiscale, conservati per precisi obblighi normativi. Altri dati, invece, sono funzionali ed essenziali ai processi produttivi e in continua evoluzione. Quando il volume dei dati risulta eccessivo, ci si pone il problema di come storicizzare parte dell’archivio per snellire l’accumulo di dati nel tempo.

Leggi →

EDITORIALE – NUMERO 9

di Gian Nello Piccoli

“Non tutte le prigioni hanno le sbarre: molte sono meno evidenti ed è difficile evadere perché non sappiamo di esserne prigionieri. Sono le prigioni dei nostri automatismi culturali che castrano l’immaginazione, fonte di creatività”.

Nella seconda metà del Novecento scriveva così il noto biologo e filosofo Henry Laborite e da questa citazione oggi ripartiamo per affrontare un tema splendido, ricco e allo stesso tempo complesso.

Creatività: in questo numero di Logyn parliamo di questa dote come scienza, arte, cultura e infine come capacità di fare business.

Leggi →

GÖTEBORG: La città europea più accessibile nel 2014

La cittadina svedese Göteborg ha vinto l’edizione 2014 del premio “Città a misura di disabile”, promosso dalla Commissione europea in collaborazione con l’EDF (European Disability Forum) e assegnato ai centri con almeno 50mila abitanti che abbiano migliorato in maniera tangibile e sostenibile l’accessibilità dei trasporti e delle relative infrastrutture, dell’informazione e della comunicazione, delle strutture e dei servizi pubblici.

Il premio è stato assegnato a Göteborg in riconoscimento dell’eccezionale impegno della città nel migliorare l’accessibilità per i disabili e gli anziani: “Il motto di Göteborg è: ‘una città per tutti!’. Non si tratta però solo di uno slogan e il fatto di aver vinto quest’anno il premio per le città a misura di disabili ne è la dimostrazione. Göteborg si è aggiudicata il premio 2014 per l’impegno prodigato al fine di favorire l’integrazione delle persone con ogni tipo di disabilità. Sono ancora troppi gli ostacoli che i disabili si trovano a dover affrontare nella vita quotidiana, ma le città come Göteborg stanno creando le condizioni per rendere la vita più accessibile per tutti”, ha dichiarato Viviane Reding, vicepresidente e Commissaria europea per la giustizia.

Leggi →

Da Venezia al mondo

Nato a Venezia nel 1960, Alberto Fiorin, scrittore e appassionato di bici, ama sfruttare l’energia pulita dei suoi muscoli per conoscere nazioni e popoli con un ritmo lento. Per questo intraprende viaggi con amici e con la famiglia, in bicicletta o a piedi, alla ricerca di itinerari con suggestioni storiche, letterarie, sportive o spirituali. E poi li racconta.

Alberto Fiorin ha progettato e compiuto in bicicletta, sotto l’egida di “Ponte di pace”, associazione di cui è uno dei fondatori, alcuni grandi viaggi a pedali: da Venezia a Pechino (2002), da Venezia a Gerusalemme (2004), da Venezia a Capo Nord (2007) e da Bassano del Grappa a Dakar (2012). È un autore assai prolifico e direttore artistico di “Ciclomundi”, il festival nazionale del viaggio in bicicletta promosso da Ediciclo Editore. Sostenitore della mobilità dolce, prova a diffondere e a trasmettere – attraverso scritti, incontri, conferenze, dibattiti, spettacoli teatrali, incontri nelle scuole, reading musicali – la bellezza della lentezza.

Leggi →

Sicurezza dell’informazione ed efficienza produttiva

Attorno al dato e alle condizioni che ne garantiscono l’accessibilità e sicurezza in qualsiasi momento ruota oggi gran parte dell’impegno delle grandi imprese che vogliono distinguersi per la qualità di servizi e prodotti offerti.

Lo stato finanziario di un’azienda, ma anche la sua credibilità e reputazione, possono essere messi a dura prova da un downtime inatteso che rende improvvisamente non più disponibili informazioni e sistemi, generando un fermo, totale o parziale, delle attività. Questo vale anche di più quando l’azienda è un gruppo  dinamico, complesso, e di portata internazionale. Composto da più realtà dislocate nel mondo, focalizzate a rispondere alle esigenze di mercati profondamente diversi. Lo sa bene il Gruppo DKC Europe, produttore leader nella realizzazione di sistemi portacavi, che ha saputo affrontare le sfide portate da uno sviluppo crescente, rinnovando la propria infrastruttura informatica. Lo ha fatto con un sistema all’avanguardia, in grado di supportare a livello informatico il potenziamento della produzione e di aumentare le garanzie di  sicurezza e solidità dei sistemi, estendendole anche a casi di fermi macchina, gravi malfunzionamenti o eventi distruttivi.

Leggi →