Articoli della sezione

Stile Libero

LAVORARE CON IT E ICT


Warning: Use of undefined constant tr_read_more - assumed 'tr_read_more' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/logyn.it/public_html/wp-content/themes/purity/functions/blog-metaboxes.php on line 22

“Tra algoritmi, grafici e statistiche, aiutiamo i clienti a conoscere meglio i propri dati, ad organizzarli, analizzarli e a leggerli nel modo migliore. Per farlo gli strumenti sono fondamentali ma ancor di più la capacità di capire come utilizzare lo storico delle informazioni aziendali per migliorare le performance del business”. Stefano Bacci e Marta Vicino ci parlano di cosa significa Business Intelligence (BI) per Eurosystem S.p.A.

La divisione di Business Intelligence di Eurosystem SpA progetta e sviluppa soluzioni standard o personalizzate di Business Intelligence basate sul software Freeway® Business Intelligence e sui migliori prodotti di BI presenti sul mercato. Ne fanno parte Stefano Bacci, socio titolare dell’azienda e responsabile della area di sviluppo delle soluzioni applicative aziendali e Marta Vicino, consulente per la Business Intelligence.

Leggi →

La ninfea. Il fiore galleggiante che decora i nostri laghetti

Per gli antichi greci rappresentava l’amore platonico, in Oriente simboleggia l’alba e l’arrivo del sole, in Occidente è sinonimo di purezza e ammirazione. Stiamo parlando della ninfea, un fiore profumato molto amato e conosciuto, un raggio di sole all’interno del nostro giardino aziendale.

Voglio dedicare questo articolo alle aziende che hanno la fortuna di avere un laghetto artificiale annesso alla fabbrica, gradevole per rilassarsi nelle pause di lavoro, e che aiuta l’ambiente (soprattutto gli uccelli ma tutti gli animali in genere), già messo a dura prova dalle costruzioni industriali, a rigenerarsi.
Così posso scrivere su una delle piante preferite per decorare gli specchi d’acqua: la Ninfea.

Leggi →

HONG KONG: Dal computer manager al computer consigliere

Un viaggio attraverso la metropoli, centro d’affari di livello mondiale. Abbiamo indagato sulla parte più tecnologica e innovativa di Hong Kong e abbiamo scoperto delle vere e proprie chicche legate all’intelligenza artificiale. Una città culturalmente aperta all’innovazione e pronta ad investire in qualsiasi settore. Non è un caso che Hong Kong, che raggruppa gli uffici di quasi i tre quarti delle 100 banche più importanti al mondo, fornisce assistenza alle società multinazionali o alle PMI che intendono intraprendere affari in Cina e nell’Asia-Pacifico.

Hong Kong è la città più verticale del mondo con una popolazione di sette milioni di persone e una rete di trasporti molto sviluppata. Oltre il 90% degli spostamenti quotidiani avviene grazie ai trasporti pubblici, la più alta percentuale al mondo. È proprio sui trasporti la città ha investito nell’IA per ottimizzare la parte manutentiva della metropolitana, già di per sé un’eccellenza, con la più alta percentuale al mondo di treni in orario e 10 mila persone impegnate in oltre 2500 interventi di tutti i tipi ogni settimana.

Leggi →

LONDON DESIGN FESTIVAL: Il design alla conquista dei quartieri di Londra

Una settimana di programmazione, oltre 350mila visitatori e circa 300 eventi già pianificati. Il London Design Festival in autunno conquista i maggiori quartieri di Londra, ma non solo. A settembre, infatti, la capitale inglese si trasforma in una delle più grandi fiere di Design grazie alla partecipazione e ai contributi di persone e artisti di tutto il mondo. Eventi e installazioni realizzati in punti iconici della città: tutto per parlare e far parlare della più grande creatività internazionale. Ci parlano del Festival gli organizzatori.

Quando è nato il London Design Festival?
La prima edizione del London Design Festival si è svolta nel 2003.

Chi ha avuto l’idea e chi è che, oggigiorno, organizza il festival?
Il London Design Festival è stato ideato da Sir John Sorrell e Ben Evans. Partendo dall’attività di design esistente a Londra, l’obiettivo principale fu di realizzare un evento annuale che promuovesse la creatività della città, attraverso la genialità dei migliori pensatori, professionisti, produttori e professori del Paese come omaggio irrinunciabile al design.

Leggi →

LAVORARE CON IT E ICT

In un periodo storico italiano particolare in cui il dato della disoccupazione giovanile rimane ancora molto alto, al 41,2% secondo i dati Istat 2015, Eurosystem S.p.A. cresce, innova e assume. Entrano, infatti, nella compagine dell’azienda nuove figure giovani e formate che contribuiranno a raggiungere obiettivi commerciali di crescita, che i titolari si sono posti con il piano strategico realizzato assieme alla Pricewaterhouse Coopers, a partire dalla recente fusione e acquisizione nel Centro Italia.

Matteo, come è stato il tuo percorso professionale prima dell’arrivo in Eurosystem?
A parte qualche breve esperienza ho sempre lavorato nel mondo ICT. Nel mio primo lavoro mi sono occupato di consulenza per soluzioni di sales force automation: configuravo il prodotto, gestivo la formazione del personale e l’eventuale supporto. Successivamente ho iniziato un percorso di avvicinamento al mondo della vendita, prima come pre-sales e poi come account.

Leggi →

Nuove professioni e lavoratori autonomi

Quando parliamo di medicina del lavoro il primo pensiero va alle grandi fabbriche dove gli operai durante il loro turno di lavoro, generico o specializzato, manuale o di concetto, svolgono sempre le stesse operazioni, in catena di montaggio o meno, con un orario fisso, giornaliero o a turni, ma sempre lo stesso tutti i giorni.

Non è questo tuttavia lo scenario del quale si devono occupare gli operatori della prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro da diversi anni a questa parte, soprattutto in Italia. Il tessuto imprenditoriale è costituito, infatti solo in parte da grandi aziende, e per la maggioranza da realtà produttive medio piccole, di natura artigianale, nelle quali le mansioni svolte dai lavoratori richiedono la conoscenza di più procedure lavorative, quando non anche una certa capacità di autonomia decisionale o “creatività”. Queste aziende spesso, per necessità legate al processo produttivo, hanno bisogno di manodopera flessibile anche per brevi periodi e quindi ricorrono a prestatori d’opera, che vengono ingaggiati non come soggetti subordinati dipendenti ma come lavoratori autonomi a partita IVA o a prestazione occasionale.

Leggi →

VANESSA FERRARI: Un’atleta sempre più in alto, sempre più avanti!

Lei è la regina italiana della ginnastica artistica che ci ha fatto sognare in questi anni e ha rappresentato superbamente i colori nazionali in giro per il mondo. Ora sogna le Olimpiadi di Rio del prossimo anno. In futuro? “Vorrei fare qualcosa di diverso, ma adesso penso solo ad allenarmi!”, ci racconta sulle pagine di Logyn.

Tra tante discipline sportive, la ginnastica artistica… Perché? Cosa ti ha avvicinata a questo sport?
Semplicemente una ginnasta che si esibiva sulla trave mentre guardavo la televisione. Avevo sei anni e chiesi a mia mamma di portarmi in una palestra dove si praticava la ginnastica artistica.

A che età hai cominciato a gareggiare?
Verso gli otto anni. In una gara dove c’erano un sacco di altre bambine. Vinsi ma non mi ricordo cosa c’era come premio. Forse solo una medaglietta.

Leggi →

PARKOUR: SPORT E ARTE PER SUPERARE GLI OSTACOLI

Il Parkour (PK) è una nuova tendenza metropolitana che consiste nel muoversi con velocità per la città o in mezzo alla natura, superando ogni ostacolo con agilità e destrezza. Panchine, muretti, siepi, ringhiere e pareti non sembrano spaventare i “Traceurs” come si fanno chiamare i “creatori di percorsi”. Ci introduce a questa disciplina sportiva Stefano Pulcini, presidente dell’Associazione Italiana parkour.it.

Il Parkour è sicuramente uno sport acrobatico, perché la capriola per superare il muretto, la piroetta sulla parete di una casa, l’arrampicata, balzi arditi e movimenti armonici riuniti in una corsa fluida e infine il salto da un tetto all’altro richiedono prestazioni sportive non indifferenti. Ma di cosa si tratta esattamente? “Il Parkour è l’arte dello
spostamento. Una disciplina che nasce in Francia nella metàdegli anni ‘80. Il suo nome deriva dalla parola parcour (percorso). È il punto d’incontro tra l’equilibrio fisico e mentale, superare ostacoli fisici in maniera fluida e diretta per superare ostacoli mentali ed entrare in contatto coi propri limiti per cercare di superarli con consapevolezza, tenacia e appunto… disciplina”
, ci spiega Stefano Pulcini.

Leggi →

Parete verde

Si tratta di veri e propri giardini verticali, realizzati con le piante da interni che più piacciono e che contribuiscono a rendere migliore l’aria che si respira. In questo numero di Logyn parliamo della “parete verde”, un modo creativo e salutare allo stesso tempo di arredare l’ambiente in cui trascorriamo buona parte del nostro tempo, l’ufficio!

Questa volta voglio esporre un’idea che covo da moltissimo tempo, ma che finora non era realizzabile per mancanza dello spazio adeguato. Solo che di recente, in azienda, ci siamo ampliati acquisendo una nuova porzione di fabbricato, adiacente a quello attuale, da destinarsi tra l’altro a sala riunioni. Così si rende realizzabile un sogno: arredare tutta una parete con le piante.

Leggi →

LAVORARE CON IT E ICT

“Fino a qualche anno fa nel marketing e nella comunicazione in generale veniva richiesta principalmente grande creatività. I mezzi a disposizione erano meno vari e soprattutto le attività meno misurabili. Oggi, assieme all’inventiva serve una buona e precisa conoscenza degli strumenti a disposizione – soprattutto quelli nuovi – e abilità nella misurazione dei risultati”. I professionisti della Comunicazione e del Marketing di Eurosystem raccontano come comunica oggi un’azienda di IT.

All’interno dell’organigramma aziendale come è inserito l’ufficio Marketing e Comunicazione?
F. Brunello:
“La divisione fa riferimento al responsabile Marketing e Commerciale, ovvero Gian Nello Piccoli, uno dei soci titolari dell’azienda oltre che amministratore delegato, e si affianca alle aree Telemarketing e Commerciale, andando a completare tutto quel settore che si occupa di come proporre l’azienda sul mercato e verso i suoi pubblici di riferimento”.

Leggi →